La Tenuta di Castelnuovo Tancredi si estende per oltre 600 ettari sulle dolci colline senesi, tra Siena, le pendici di Montalcino e la Val d’Orcia. La tenuta comprende, oltre alla villa centrale, 5 casali: alcuni adibiti a cantina e uffici ed altri ristrutturati per accogliere gli ospiti.

La villa si compone di 9 camere da letto con bagni en suite (tra cui una suite in cima alla torre con una vista a 360° sulle crete senesi), una cucina “antica” dotata di ogni confort, una sala da pranzo, due salotti grandi con travi originali dipinti, due salotti affrescati, vari spazi all’aperto per rilassarsi al fresco in estate. Nel parco si trovano anche la piscina, un campo da tennis e una bellissima Wellness Spa dotata di palestra e Sauna.

Nella sua gestione si sono succedute nel tempo note famiglie feudatarie quali i Guglieschi, i Borghesi, i Tancredi da cui deriva il nome, fino ai Venturini Del Greco, gli attuali proprietari.

Questi ultimi, presenti dal 1897, hanno mantenuto intatto il sapore e la tradizione di un tempo, riuscendo tuttavia a modernizzare le attività.

Già nel 1315, infatti, le colline intorno al castello presentavano piccole estensioni boschive di querce, terreni seminativi e culture diffuse di olivo e vite.

Agli inizi del 1700 le coltivazioni di olivi e viti erano notevoli arrivando addirittura a 40 ettari di vigneti in produzione e migliaia di olivi, tali da giustificare un vivaio, un frantoio e numerose cantine.

Nel 1995, quando il primo passo con il riconoscimento di Orcia come indicazione geografica tipica faceva presagire la futura nascita della D.O.C. Val d’ OrciaGuido Venturini Del Greco, attuale proprietario, decise che più che la quantità voleva cercare di fare dei vini di grande qualità.

Per questo, alla fine degli anni 90 le vigne furono ridotte a 8 ettari, impiantando oltre al SangioveseTrebbiano e Malvasia che sono parte del DNA della zona , e nuovi vitigni come il MerlotSyrah e Cabernet Sauvignon.

Oggi l’azienda, segue il metodo di “Agricoltura Biologica” in tutti suoi processi, gestisce terreni seminativi coltivati a cereali e foraggi e la produzione di olio extravergine di oliva sotto il marchio Olio DOP.

 

Add Comment

Comment
Name
E-mail
Website