In una incantevole atmosfera si producono ORCIA DOC e Super Tuscan IGT


PRENOTA LA TUA DEGUSTAZIONE

Già nel 1315, le colline intorno al castello presentavano culture diffuse di vite e olivo, piccole estensioni boschive di querce e terreni seminativi.
Agli inizi del 1700 le coltivazioni di olivi e viti erano notevoli arrivando addirittura a 40 ettari di vigneti in produzione e migliaia di olivi, tali da giustificare un vivaio, un frantoio e numerose cantine.


Nel 1995, quando il primo passo con il riconoscimento di Orcia come indicazione geografica tipica faceva presagire la futura nascita della D.O.C. Val d’ Orcia, Guido Venturini Del Greco, decise che più che la quantità voleva cercare di fare dei vini di grande qualità.
Per questo, alla fine degli anni 90 le vigne furono ridotte a 3.5 ettari, impiantando oltre al Sangiovese, Trebbiano e Malvasia che sono parte del DNA della zona, e nuovi vitigni come il Merlot, Syrah e Cabernet Sauvignon.

Oggi come ieri Le uve raccolte vengono vinificate nella cantina storica dell’Azienda dando origine ai vini “DOC ORCIA” e “IGT Toscana”.
Le vigne hanno oggi la certificazione di produzione biologica dei vigneti. (giustificativo CEE il 15/02/2018)

image-17
image-18